Terapie e Cure

Biotensor come si usa

Cosa è?

Il bio-tensor capta le vibrazioni emesse da persone e oggetti, trasformandole in movimenti da cui si può dedurre lo stato o il livello energetico del soggetto analizzato. Può essere utilizzato per misurare il livello dei chakra, per diagnosi o aiuto nelle scelte, o per verificare se un determinato cristallo o pietra è utile al nostro organismo in quel momento.

Il biotensor è molto diffuso nel mondo olistico, ed è uno strumento che rileva le energie sottili. Viene utilizzato per rilevare energie, scegliere rimedi, testare sostanze, cibi e prodotti. Nella rabdomanzia è utilizzato per rilevare sbilanciamenti energetici, nodi, falde acquifere e altro.

Descrizione dello strumento

Il biotensor, ideato dal Dr. Oberbach, rappresenta oggi lo strumento radiestesico con la più elevata sensibilità, precisione ed attendibilità, se ben utilizzato.
É costituito da un’impugnatura metallica alla quale è collegato un filo di acciaio armonico alla cui  all’estremità si trova un peso, normalmente un disco metallico ad anello oppure a spirale, piatta o tridimensionale. A volte, al posto del disco metallico possiamo trovare una pallina, in metallo o in pietra.
E’ importante che lo strumento sia ben bilanciato: il manico dovrebbe fare da perfetto contrappeso al filo armonico ed al peso alla sua estremità.
Questo permette all’operatore di rilassare i muscoli della spalla, del braccio e della mano affinchè i movimenti impercettibili della risposta radiestesica non trovino resistenza e vengano ostacolati o deformati dallo sforzo per sorreggere lo strumento.

Impugnare un biotensor in maniera corretta

Il Biotensor si tiene in mano in modo che tutti i polpastrelli tocchino il manico, anche il pollice. L’altra mano può venir utilizzata per toccare un testimone (oggetto che vogliamo testare o foglio di carta sul quale sono state scritte le informazioni necessarie all’indagine), in modo da aiutarsi a focalizzare il lavoro o una persona che ci faccia da tramite al lavoro (come nel caso di una mamma che si presta da tramite per analizzare il bambino).
Come dicevamo, spalla, braccio e mano dell’operatore devono essere rilassati e la schiena dovrebbe essere dritta e non contratta.

E’ il pendolo o biotensor che si muove o sono io?

Il biotensor non si muove da solo

Se sospendiamo un pendolo ad un supporto fisso e formuliamo una domanda questo risulterà immobile. Il vero strumento radiestesico è il radiestesista!
E’ la persona ad entrare in risonanza con l’oggetto che sta indagando, recependo, in qualità di antenna umana, le modifiche del proprio campo elettromagnetico personale provocate dalla risposta ricevuta.
La corteccia cerebrale, estremamente sofisticata e ipersensibile, recepisce le altrerazione dei campi vibrazionali e li traduce in micro-oscillazioni del braccio e della mano che lo strumento radiestesico registra e riproduce in movimenti codificati, che il radiestesita poi interpreta.

I movimenti e le sue interpretazioni

Sia il pendolo, sia il biotensor dispongono di possibilità alternative di oscillazione ben definite: rotazione oraria, rotazione antioraria, rettilineo verticale, rettilineo orizzontale, movimento erratico.

Ad ognuno di questi movimenti si attribuisce un significato predeterminato, cioè deciso a priori ed invariabile (questa è chiamata convenzione mentale).

Tipicamente queste sono le interpretazioni che si danno ai movimentI, rispetto ad una domanda:

  • rotazione circolare oraria – assolutamente sì
  • rotazione circolare antioraria – assolutamente no
  • rettilineo verticale – abbastanza sì
  • obliquo e/o erratico – non è possibile dare un’interpretazione attendibile al movimento
  • rettilineo orizzontale – abbastanza no

Nei casi in cui il movimento non sia sufficentemente chiaro si è probabilmente verificata una delle seguenti situazioni:

  • l’operatore è troppo coinvolto nell’indagine, mentalmente o emotivamente, e provoca disturbi, che lo strumento rileva
  • la domanda era stata espressa in modo non lineare, troppo complicato perciò va riformulata in modo semplificato, tarata sulla binarietà SI – NO
  • mancano ancora informazioni importanti da comprendere prima di poter inquadrare la questione in modo chiaro; in questo caso si dovrebbero introdurre altre domande volte ad illuminare tutti gli aspetti della questione in esame

 

Disclaimer
Ricordiamo che le informazioni fornite non sostituiscono il medico a cui bisogna rivolgersi per i problemi relativi alla salute.
I responsabili di questo sito non si assumono alcuna responsabilità per eventuali conseguenze derivanti da un uso differente da quello puramente divulgativo delle informazioni fornite.

Metti pure un tuo commento..